La soluzione più adatta per incrementare la velocità analitica, secondo FKV, è l’utilizzo dei reattori Parr realizzati appositamente per effettuare prove contemporanee su piccoli volumi. Questi sistemi riproducono in modo completo i reattori chimici classici con la sola differenza nei volumi utilizzati che vanno dai 5ml fino ad un massimo di 75ml. Esistono due soluzioni alternative, una per lavorare con un massimo di 3 reattori da 5 o 10ml e una per lavorare fino a 6 reattori da 45 o 75ml.

reazioni chimiche con reattore parr

In questi sistemi è possibile montare, all’interno dei vessel, dei liner in PTFE oppure i mini reattori sono realizzabili in diverse leghe. Pressione e temperatura vengono monitorati sui singoli sistemi e poi memorizzati sulla centralina di controllo, inoltre sul sistema che gestisce volumi fino a 75ml è possibile avere anche l’agitazione magnetica.

Queste soluzioni permettono di comprimere mesi di prove e di lavoro in poche settimane poiché possono arrivare a riprodurre le stesse condizioni operative che si adoperano nei reattori più grandi. Potendo sfruttare sistemi che riproducono in scala reattori di grandi dimensioni infatti, i criteri di accettabilità aumentano in modo considerevole arrivando fino a valori che si avvicinano a quelli finali attesi per la reazione.