Le analisi del mercurio su matrici molto eterogenee possono creare rallentamenti nella routine di laboratorio.

DMA80evo Doppio Raggio

Usando il DMA80evo Doppio Raggio della MILESTONE si trova una soluzione a questo problema: è versatile, performante ed è applicabile a tutte le tipologie di matrici (solidi, semi-solidi, liquidi e gas) per la determinazione del mercurio.

Come funziona il DMA80evo Doppio Raggio?

Il campione, dopo essere stato pesato nella navicella, viene introdotto automaticamente in fornace e sottoposto a decomposizione termica, catalisi e determinazione tramite Assorbimento Atomico (AAS) integrato.

L’intero ciclo analitico dura circa 6 minuti e prevede, nella maggior parte dei casi, una prima fase di essiccazione a circa 200°C seguita da una seconda fase di pirolisi a circa 650°C. Per la curva di calibrazione è possibile utilizzare i tradizionali standard liquidi pesandoli direttamente nella navicella.

Questa procedura è utilizzata anche in caso di analisi di campioni liquidi. Infatti, i dati ottenuti con il DMA80evo sono indipendenti dalla matrice e permettono quindi di poter analizzare in uno stesso ciclo analitico campioni in qualsiasi stato di aggregazione.

Il DMA80evo è la soluzione ideale sia in caso di campioni con elevato tenore di mercurio che in caso di tracce, garantendo la massima affidabilità analitica grazie anche all’ottica a doppio raggio. Inoltre, potendo disporre di un autocampionatore integrato, le analisi di mercurio sono gestite in completo automatismo, senza pesare su altri strumenti analitici per la determinazione dei metalli e indipendentemente dalla matrice.