• DI COSA SI OCCUPA IL LABORATORIO PROVE MATERIALI?

Il Laboratorio Prove Materiali, Strutture e Costruzioni (LPM) del Politecnico di Milano è una struttura che svolge attività di ricerca (attività sperimentali svolte nell’ambito di progetti di ricerca), di didattica (attività di supporto allo svolgimento di tesi di laurea e di dottorato) e di servizi alle imprese (attività non codificate o codificate in norme).

Il Laboratorio si occupa della sperimentazione e certificazione di materiali e prodotti da costruzione riguardante soprattutto l’ingegneria civile. Per l’esecuzione di queste attività il Laboratorio si avvale della collaborazione, in qualità di Consulenti Tecnici, dei docenti dell’Ateneo.

Il Laboratorio è un Laboratorio Ufficiale per i prodotti da costruzione ai sensi dell’articolo 59 del DPR 380/2001; è anche notificato (NB 1777) come Organismo di Certificazione di prodotto e Organismo di certificazione del controllo della produzione, in accordo al Regolamento (UE) 305/2011 relativo alla marcatura CE dei prodotti da costruzione per:

  • Appoggi strutturali (EN 1337-3, 1337-5, 1337-7)
  • Dispositivi antisismici (EN 15129);
  • Prodotti laminati a caldo in acciaio per impieghi strutturali (EN 10025-1);
  • Dispositivi di post-tensione (EAD 160004-00-0301).

Il laboratorio ha ottenuto l’accreditamento da parte di Accredia per la taratura delle Forze (accreditamento n. 104). Inoltre è accreditato secondo la ISO/IEC 17025, Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prova e di taratura per prove su materiali compositi polimerici fibro-rinforzati, materiali a matrice cementizia, materiali metallici, traverse e traversoni.

Le macchine di prova presenti in LPM sviluppano forze che variano da 0,01 kN a 5000 kN per prove a compressione e a 3000 kN per prove a trazione.

Il Laboratorio svolge, oltre alle attività tradizionali di prove su laterizi, calcestruzzi, malte, acciaio, terre e rocce, anche attività di ricerca, sviluppo e sperimentazione su materiali e strutture. Inoltre, da qualche decennio si sono sviluppati nuovi settori che si occupano di sperimentazione di materiali innovativi quali compositi per l’edilizia, e dello studio e certificazione di nuovi prodotti per impieghi strutturali, quali dispositivi antisismici e cavi post tensione.

  • C’È STATA UNA CRESCITA DI RICHIESTA DI ANALISI IN QUESTI ANNI? COME MAI, A SUO PARERE?

Con l’avvento del Covid è stato riscontrato un aumento nella richiesta di prove riguardanti la ricerca. 

Molte aziende si sono orientate verso le attività sperimentali di prodotti, innovativi e non, al fine di sopperire al forte rallentamento del commercio mondiale, causato appunto dal lungo periodo di lockdown che ha portato non solo alla mancanza delle materie prime, ma anche una riduzione repentina della produzione.

  • QUALI STRUMENTI FKV- BINDER UTILIZZA? QUALE APPLICAZIONE ESEGUE?

Nel reparto dei Materiali Compositi è ubicata una camera climatica Binder (modello MKF 115, intervalli di temperatura da -40°C a +180°C, intervalli di U.R. da 10% a 98%), utilizzata principalmente per effettuare prove di invecchiamento artificiale a lunga durata, come ad esempio le prove cicliche di gelo e disgelo a U.R. elevata.

  • PERCHÉ HA SCELTO BINDER?

Le nostre prove hanno necessità di condizionare i campioni a temperature e U.R. significative, per simulare il comportamento reale o le richieste delle norme. Talvolta, inoltre, si rende necessario un sistema che registri i dati di prova, al fine della loro analisi ed elaborazione.

La Binder offre affidabilità nella registrazione di dati anche nel lungo periodo e garanzia di riferibilità metereologica anche con periodicità di taratura non frequente.

  • QUALI SONO LE CARATTERISTICHE TECNICHE DI BINDER A CUI NON RINUNCEREBBE MAI?

Il campo di misura compatibile con le nostre prove e la possibilità di poter programmare la prova.

  • Quante camere di simulazione climatica e forni possedete in laboratorio?

N. 2 camera climatica MKF (T-U.R.)

N. 4 stufe di essicazione FED

  • Le avete acquistate tutte assieme?

No, tutti gli apparecchi sono stati acquistati in tempi differenti.

  • Come definirebbe il supporto di FKV e del suo personale?

Nel corso degli anni, a causa di un guasto della camera climatica, abbiamo avuto necessità di richiedere il supporto da parte di FKV. L’azienda ha sopperito ai tempi lunghi di ripristino grazie ad una macchina sostitutiva, per cui il servizio di assistenza posso ritenerlo efficace. Personale qualificato e competente.

  • 2 aggettivi sui nostri strumenti che utilizza

Affidabili e precisi.

  • 2 aggettivi sul supporto di FKV

Competenti e disponibili.